ALEXANDER ALEKHINE

  (1892-1946)

E' stato il quarto campione del mondo, e l'ha detenuto in due periodi: dal 1927 al 1935, e ancora dal 1937 al 1946. Alexander Alexandrovic Alekhine nasce a Mosca nel 1892 da una famiglia aristocratica. E' la madre ad insegnargli il gioco degli scacchi, e lui vi si appassiona subito. Il titolo di Maestro lo ottiene al torneo di S.Pietroburgo del 1909.

Sempre a S.Piteroburgo, nel 1914, ottiene il terzo posto dietro a Lasker e Capablanca. Proprio in quella circostanza cominciò a pensare alla possibilità di sfidare il campione del mondo. Ma lo scoppio della 1a Guerra Mondiale gli fece abbandonare momentaneamente gli scacchi.

Sebbene il termine Grande Maestro divenne un titolo formale solo nel 1950, già dal XIX secolo si attribuiva in modo ufficioso questo 'titolo', ai campioni del mondo. Nel periodo in cui Alekhine era uno dei più forti giocatori al mondo, la fioritura di campioni di alto livello fu davvero straordinaria. Normalmente c'erano tre o quattro grandi giocatori di livello mondiale in una stessa 'era' scacchistica. Al tempo di Alekhine ce n'erano almeno una ventina.

Quando egli rifiutò di giocare contro Capablanca in seguito allo sgarbo che sosteneva di aver ricevuto , si fecero avanti molti altri giocatori per raccogliere la sfida con il Maestro e campione del mondo cubano.

Nel 1929 prima e poi nel 1934 vinse contro il connazionale Bolgolybov, conquistando il titolo di campione del mondo. Furono vittorie piuttosto agevoli, matches di cui non si conserva memoria come di 'battaglie epiche'.

Nel 1935, l'olandese Max Euwe gli lanciò la sfida per il titolo. Alekhine a quel tempo era diventato un accanito bevitore di alcolici e persino durante il match mondiale si trovava in stato di ubriachezza. nessuna sorpresa dunque, che perse il match e il titolo.

Due anni dopo, però, ebbe la rivincita e si presentò al match in perfette condizioni di sobrietà e lo vinse nettamente: 10 a 4 (con 11 patte). Fu così il primo nella storia a rivincere il titolo di campione del mondo dopo averlo perso.

Nel 1938 un forte torneo venne organizzato e sponsorizzato dalla AVRO (una compagnia telefonica) in Olanda. Il torneo sarebbe servito a designare lo sfidante per il titolo di campione del mondo. Gli otto giocatori più forti del mondo vennero invitati a prendervi parte. Paul Keres (Estonia) e Rueben Fine (USA) risultarono vincitori a pari merito. Mikhail Botvinnik (Russia) terzo. Quarti Alekhine, Euwe e Capablanca - che ebbe un attacco di cuore durante il torneo.

Siccome Botvinnik era supportato dalla potente federazione russa e da ingenti mezzi finanziari, potè offrire una 'borsa' molto più consistente, e così Alekhine accettò la sua sfida per il titolo mondiale. Lo scoppio della seconda Guerra Mondiale interruppe le trattative e i preparativi per la sfida. Che vennero ripresi appena la guera terminò. Quando ormai tutto era pronto per lo svolgimento del match, Alekhine morì per un attacco di cuore, in Portogallo (1946).